Location

Ecco la location dove si svolge il KK

Sala uno:
area shibari, croci e cavalletto, 
gogna, area spanking/frusta, area trampling

Sala due:
area cera, area clinical, privè, lettino ginecologico
area pissing

Zone comuni (no play):
Spogliatoio 
Zona fumatori all’esterno
Area relax con servizio Bar
Guardaroba custodito
Terrazza all’aperto con gazebo riscaldato per area fumatori)

——————————————–

Il dungeon mette a disposizione diversa attrezzatura fissa, ma è sottointeso che fruste, corde, candele, polsiere, collari, dildi, toys, lubrificanti, etc… devono essere portati dai partecipanti in base alle proprie esigenze.

Cos’è un dungeon

Il dungeon è un termine inglese, il cui significato richiama alle prigioni sotterranee, utilizzato per indicare una location appositamente attrezzata per praticare attività BDSM. Il dungeon è uno degli scenari più comunemente sfruttati nell’ambito del BDSM. Possono essere costruiti in uno scantinato oppure in una stanza della casa opportunamente dedicata. Ne fanno uso anche i locali che organizzano eventi BDSM e spesso gli organizzatori, per garantire la massima riservatezza ai partecipanti, sono soliti allestire dei dungeon in vecchi edifici lontani dal centro abitato. Il dungeon è uno degli equipaggiamenti di cui sono dotati i master e le mistress professioniste: al suo interno vi possono essere strumenti di costrizione e immobilizzazione come la Croce di sant’Andrea, gabbie, dispositivi che consentono di legarvi catene e manette, e una serie di oggettistica varia come fruste, palette per lo spanking e così via. È cura del proprietario mantenere pulito e ordinato il dungeon, assicurando la sua idoneità a ospitare l’attività BDSM a cui è destinato. Esistono anche dei dungeon messi a disposizione tramite noleggio. I dungeon possono essere arredati in stile barocco o in altri modi esteticamente molto ricercati, oppure possono rappresentare semplicemente delle camere arredate in modo più comune. Nell’ambito di eventi organizzati è opportuno assegnare a una persona esperta la supervisione delle condizioni di sicurezza legate all’attività BDSM in atto, supervisore che viene identificato con il nome di dungeon monitor.

error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Visita la nostra pagina Privacy

Chiudi